regole.vs-melanoma
L’arrivo di Giugno segna l’inizio dell’estate e complici anche le alte temperature che da diversi giorni stazionano sul nostro paese, sorge il problema per le mamme di come proteggere i bambini dal sole, ponendosi le famose solite domande: il sole fa bene ai bambini? Quando far esporre i bambini? Quali creme e quale fattore protettivo usare?
Cercheremo nelle prossime righe di dare alcuni utili suggerimenti alle mamme per non farsi trovare impreparate e saper trattare con cura e prevenzione i loro piccoli.

1 – Innanzitutto precisiamo che il sole fa bene ai bambini, infatti aiuta la crescita armonica delle ossa, in quanto aiuta a fissare la vitamina D al loro interno, ossa che sono in continua formazione e ulteriormente promuove lo sviluppo corretto del sistema immunitario.
• In più il sole fa bene all’umore e aiuta la regolazione del sonno.
• Funge da propria e vera cura per alcune malattie della pelle, quali la dermatite atopica e psoriasi, limitando la formazione dell’eczema che le caratterizza.

2 – L’esposizione al sole deve essere evitata il più possibile nelle ore più calde (dalle 12 alle 16) imperativo categorico da cui non possiamo prescindere e soprattutto i bambini devono essere protetti, anche se il cielo è coperto da nuvole, in quanto queste non bastano a fare in modo che il sole riesca ad essere ugualmente ustionante. Bisogna evitare che il piccolo si ustioni, proteggendolo costantemente, evitandogli scottature, perché quelle prese durante l’infanzia, contribuiscono a favorire in età adulta i più comuni tumori della pelle.
• Usare una crema con filtro solare non inferiore a 30 e anche con gradazioni maggiori se la pelle del bambino è molto chiara.
• Usare creme specifiche che abbiano una quantità maggiore di ingredienti lenitivi ed emollienti, ancor migliori quelle che con la dicitura “riflettenti solari”, che respingono i raggi solari anziché assorbirli.
• Mettere la crema più volte durante l’esposizione per mantenere la protezione.
• Intervallare l’esposizione del bambino con pause fatte sotto l’ombrellone, per abbassare la temperatura corporea.
• Far bere al bambino molta acqua per mantenere la giusta idratazione epidermica, dando loro anche qualche boccone di frutta, in modo da non far mancare la giusta quantità di liquidi, sali minerali e vitamine.
• Facciamo comunque presente che la prima vera protezione per il bambino è costituita dalla maglietta, dall’ombrellone e dal cappellino, meglio se con visiera, che riesce a riparare il volto e le spalle del bambino.

3 – Se il bambino è piccolo, molto consigliato è poi l’uso di occhiali da sole, l’importante che le lenti siano in linea con le direttive europee, in quanto servono a proteggere gli occhi e il loro contorno, dove la pelle è più delicata.

4 – Per ultimo, non dimenticate di spalmare la sera la crema doposole, magari dopo il bagnetto, per idratare al meglio la pelle del piccolo.

BUONA ESTATE A TUTTI !!!!